C

ROMEO E GIULIETTA

William Shakespeare

  • Regia Valentina Cognatti

  • Adattamento Valentina Cognatti

  • Musiche dal vivo ASHRAM

  • Con Loredana Piedimonte, Antonio Friello, Gaia Canestri, Gabriel Durastanti, Andrea Canestri, Alessandro Pisanti, Michelangelo Raponi, Francesco Savi

  • Light design Sofia Xella

  • Costumi Fiorella Mezzetti

Se l’amore è cieco tanto meglio: si accorda con la notte.”

Romeo e Giulietta, la celebre tragedia di William Shakespeare capolavoro della letteratura di tutti i tempi, torna in scena reinterpretata con una chiave di lettura che si concentra su un unico fulcro: l’amore sacro, assoluto, purissimo dei due protagonisti.

Dall’inizio alla fine, Romeo e Giulietta rimane sospeso nella poesia delle sue immagini, nutrendosi delle atmosfere magnetiche che lo compongono, senza cedere il passo al distacco razionale, alla freddezza della logica e del giudizio. Romeo e Giulietta crescono sulla scena, avvolti nella loro passione e nel totale rapimento l’uno dell’altra, raggiungendo, infine, la completa maturità di donna e di uomo, decisi nel perseguire il loro unico scopo: vivere o morire nel loro amore.

In scena otto attori e, al centro della vicenda, l’amore cieco e assoluto tra i due giovani. La trama viene adattata in modo da mettere in luce le evoluzioni emotive che guidano la crescita umana e psicologica di Romeo e Giulietta nella loro vicenda. È così che nasce l’idea di uno spettacolo agitato da un movimento incessante, proprio della scenografia sempre mutevole e degli altri sei personaggi che intercedono nella successione degli eventi.

La scelta degli attori è congeniale al significato dell’opera e risulta in linea con la volontà dell’autore stesso. È una storia giovane, che svela l’interiore autodeterminazione di ragazzi alle prime armi con la vita: Giulietta non ha ancora compiuto 14 anni, Romeo ne ha appena 16, Mercuzio 16. In questo allestimento la scena è animata da attori di età compresa tra i diciassette e i venti anni, per astenersi da una prassi che vede ormai assegnare i ruoli principali ad attori adulti.

Produzione Teatrale

L'attore serve per trasportare la sua anima.

E

IO ED EMMA

E

ROMEO E GIULIETTA